12. Joseki

Probabilmente è ancora presto per cominciare a parlare di Joseki, prima avrei dovuto fare un introduzione alle strategie di apertura, ma mi sono imbattuto giorni fa nello studio di un Joseki (il 4-4,3-3) e ne ho voluto trarre un articolo. Probabilmente modificherò il numero di questo articolo tra qualche tempo per farlo apparire al “momento” giusto nell’indice delle lezioni.

12. Joseki

Un joseki (定石) è una “sequenza locale di mosse” che, in una data zona del Goban, dà un risultato bilanciato tra i due giocatori, in altre parole un joseki indica il modo migliore che hanno i due giocatori per svolgere una sequenza traendone entrambi il massimo profitto.

Per avere un buon joseki si dovrebbero seguire 4 principi:

  1. Cercare di ottenere una buona forma
  2. Cercare di ottenere o mantenere il sente
  3. Cercare di creare delle basi o un influenza
  4. Cercare di valutare gli effetti del joseki sull’intero goban

Il 4 punto è particolarmente importante infatti malgrado l’esecuzione di un joseki sia locale il suo effetto è globale, quindi bisogna tener conto di quello che succede nel resto del goban.

Il numero di Joseki esistenti è molto alto, probabilmente più di un migliaio ma è inutile (oltre che impossibile) cercare di ricordarne troppi. Ogni partita è unica e non ci si può affidare a sequenze troppo lunghe, la risposta dell’avversario è imprevedibile, come nelle arti marziali non si può cercare di avere uno schema per ogni risposta dell’avversario, è impossibile, bisogna adattarsi e crearla al momento giusto.

Come nelle arti marziali però esistono delle sequenze che si verificano molto più spesso e sono molto più adattabili di altre, e quelle è utile conoscerle.

Secondo Kiyoshi Kosugi i joseki fondamentali sono 38, secondo Jeong Soo-hyun circa ventina, in ogni caso numeri umanamente gestibili.

Un joseki

E con quella foto aggiunta spudoratamente per dare a facebook un immagine per l’anteprima del link chiudo l’articolo. a breve posterò un articolo sul primo Joseki, il 4-4,3-3

Questa voce è stata pubblicata in Go e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a 12. Joseki

  1. Erkte scrive:

    Io aggiungerei anche:
    5. Non giocare un joseki senza prima aver compreso il significato di ogni mossa.
    Anche se lo si conosce a memoria, è meglio affidarsi al proprio intuito e alla propria intelligenza piuttosto che applicare una sequenza standard “perché in questa posizione si fa così”. Oltretutto è anche più divertente.

    Esiste una nomenclatura dei joseki? Come ci si riferisce ad un joseki particolare?

    Suggerimento per un prossimo post: monografie sui personaggi chiave del mondo del go.

  2. admin scrive:

    >>5. Non giocare un joseki senza prima aver compreso il significato di ogni mossa.
    Anche se lo si conosce a memoria, è meglio affidarsi al proprio intuito e alla propria intelligenza piuttosto che applicare una sequenza standard “perché in questa posizione si fa così”. Oltretutto è anche più divertente.

    Già, specialmente dopo le prime mosse… cercare di ricordare una variante che magari non si conosce è più pericoloso che giocare da soli

    Per quanto riguarda la nomenclatura il libro che sto leggendo li indica appunto con le prime due o tre posizioni ( in realtà ne mostra proprio il diagramma, ma anche scrivendoli così si ottiene una rappresentazione univoca).
    Il libro è “38 Basic Joseki” di Kiyoshi Kosugi e James Davies, e conto di stamparlo al più presto.

    Per quanto riguarda le monografie… beh… prima dovrei conoscerli i personaggi chiave. quelli che cito sono quelli dei testi che sto leggendo, e i testi che sto leggendo sono scelti in base al numero di fonti xD

    • Stefano scrive:

      Per quanto riguarda giocatori di Go, Go Seigen o Shusai o la gente del shinfuseki giusto per fare dei nomi ricorrenti.

      A questo punto hai il pretesto per parlare in un altro articolo dei nessi tra Go e letteratura (specie giapponese), con il maestro di Go di Kawabata e Shibumi di Trevanian tanto per cominciare.

      PS Ciao e complimenti, io sono un giocatore di Go alle prime armi e ho trovato piacevole la lettura di questo blog!

Replica al commento si Erkte Cancella la replica

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>