11 Haengma, il movimento delle pietre

Ciò che è immobile subirà violenza
(Lasker’s Manual of Chess)

Nel Go le pietre vengono piazzate e non possono spostarsi ma  possono essere piazzate in posizioni che le mantengono in relazione con un gruppo, permettendo di espanderlo e “muoverlo” attraverso il goban.

La parola coreana haengma (행마) la cui traduzione letterale è qualcosa del tipo “il movimento dei cavalli” (un “gruppo” in coreano è detto “ma” che significa anche cavallo) indica proprio questo: i gruppi si muovono

Possono muoversi per estendersi o attaccare ma anche per scappare, e in questo caso se non sono più in grado di muoversi e non possono creare occhi al proprio interno sono morti, dovranno subire.

Gli haengma sono quindi i modi in cui si può piazzare una pietra in relazione a un gruppo. quelli di base sono 8 ( di cui 2 studiati solo per capire perchè è bene evitarli e come giocarci contro se venissero usati dall’avversario)

Haengma Solidi

1.Nobi (ノビ), estensione a contatto

E’ l’haengma più lento e il più solido, si gioca affiancando la pietra a un altra pietra, serve per sfuggire a un attacco, specialmente quando non ci sono altri guppi vicini a cui avvicinarsi

2.Ikken-tobi (一間トビ), salto di uno

Più veloce del Nobi ma comunque abbastanza sicuro, è usato sia per scappare che per inseguire. secondo un proverbio “Un Ikken-tobi non è mai una mossa sbagliata” … al massimo inutile aggiugerei io. In ogni caso è molto difficile da tagliare se non si dispone di pietre di supporto nelle immediate vicinanze

3.Niken-tobi (二間トビ), salto di due

Più veloce dell Ikken-tobi ma meno solido, è usato per estendersi più che per scappare perche può essere tagliato in vari modi.

4.Kosumi( コスミ), estensione in diagonale

Solida e lenta è usata sia per attaccare che per connettere.

5.Keima(ケイマ), estensione a L (movimento del cavallo)

Il nome occidentale è dovuto all’evidente somiglianza col movimento del cavallo degli scacchi, è un haengma che bilancia solidità e velocità, è spesso usato per attaccare e permette di spingere le pietre avvesarie verso una direzione

6.Ogeima(大ゲイマ), cavallo allungato

una variante della estensione a L dove ci si estende di 1 casella di lato e di 3 in avanti, è molto veloce ma poco solida, si usa per fare estensione.

Haengma Deboli

Gli hangma deboli non si dovrebbero usare senza un buon motivo

7.Doppia diagonale

un estensione in diagonale di due posizioni, può essere facilmente divisa giocando al centro

7.Il cavallo azzoppato

così chiamato da Jeong Soo-hyun nel suo “Learn to play go” è una variante della estensione a L dove ci si estende di 2 caselle di lato e di 3 in avanti, espone due punti di taglio

…a proposito degli schemi in questo post:

In questo post ho cominciato a usare una versione di EidoGo adattata per wordpress che mi permette di embeddare direttamente sgf dentro i post, purtroppo però il mio host non supporta imagemagik che è necessario per rendere gli schemi come immagini statiche. senza questo vengono renderizzati in ajax e questo comporta l’avere le barre con i tasti per interagire che rimangono inutilizzate e occupano spazio e soprattutto il fatto che non sono stampabili e non vengono inclusi negli rss, purtroppo non c’è soluzione semplice a questo problema, ho anche scritto al progettista del plugin che mi ha confermato che imagemagik è necessario, dovrei scrivere del codice per usare le GD2 ma sarebbe un lavoro decisamente schifoso e lungo lo scrivere un wrapper per collegare due librerie strutturalmente diverse… non ho tempo per farlo in questo periodo.

Un'altra immagine carina e abbastanza appropriata per far fare l'anteprima a Facebook

Kosumi

Questa voce è stata pubblicata in Go e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a 11 Haengma, il movimento delle pietre

  1. Lombroso scrive:

    Ciao, da quello che ho capito dalle lezioni al corso avanzato a Pisa, il movimento dovrebbe essere inteso verso l’esterno, in più il large kosumi o doppia diagonale è una mossa che in Haengma si fa eccome solo bisogna leggere con molta attenzione.
    P.S. l’estensione in diagonale si chiama kosumi non hane, quello è il nome della mossa a contatto in diagonale rispetto ad un’ altra pietra a contatto.

  2. admin scrive:

    verso l’esterno? non credo di aver capito… verso l’interno significherebbe all’interno del proprio territorio? non avrebbe senso

    >> in più il large kosumi o doppia diagonale è una mossa che in Haengma si fa eccome solo bisogna leggere con molta attenzione

    Beh, si fa se ci sono pietre di supporto nelle vicinanze, ma io preferisco evitarla
    sul kosumi hai ragione, ora lo correggo

    ( detto questo preciso che mi piacerebbe seguire un corso avanzato… perché io non sono a livelli avanzati)

  3. Lombroso scrive:

    “esterno” nel senso che fare un Niken-tobi in terza linea per fare base non credo sia considerato Haengma a meno che questo non sia la preparazione del vero movimento,
    comunque il post è ben fatto.

  4. Toni Cappuccia scrive:

    Il concetto di haengma e’ complesso.
    Sono quasi sempre movimenti verso il centro, se la mossa ha un altro scopo, piu’ marcatamente difensivo o offensivo, spesso non si parla di haengma.
    Molte pietre, come quelle negli angoli, hanno una loro direzione di sviluppo naturale, un komoku che ha come direzione naturale quella in cui chiude l’angolo. L’angolo chiuso da uno shimari che ha come direzione naturale estendersi sul lato. Anche in questo caso si tratta di haengma.
    L’ultimo caso in cui si usa, e’ per alcuni tesuji, in cui e’ il “movimento” delle pietre a fare la magia, a spingere o strizzare l’avversario scegliendo la direzione.

  5. Erkte scrive:

    Keima (桂馬)è il nome del cavallo negli shōgi, quindi l’analogia con il suo movimento non è un’invenzione dei “diavoli bianchi”. Ōgeima (大桂馬)significa letteralmente “grande cavallo” e si capisce bene il motivo. Quello che invece non capirò mai è perché SL si ostina a citare i termini giapponesi in katakana…

    Sarebbe bello vedere qualche esempio in cui i vari haegma vengono applicati bene e male.

    Mi pare che in qgo sia possibile esportare una posizione sul goban come immagine, per cose statiche forse è la soluzione migliore no?

  6. admin scrive:

    infatti prima le esportavo singolarmente, ma è oltremodo seccante. invece in quel modo posso embeddare direttamente pezzi di file sgf dentro i post.

    quindi il prima possibile passo a un host serio che mi permetta di usare imagemagik e di rendere statici i diagrammi

Replica al commento si Toni Cappuccia Cancella la replica

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>