9 Go, tecniche di cattura

E’ un po che non scrivo… ma la sessione d’esami si avvicina e la mia sanità mentale vacilla… intanto poi ho scritto questo per un altro blog, ma veniamo a noi:

9 Go, tecniche di cattura

Catturare è una bella cosa: aumenta il proprio territorio, scala quello dell’avversario e fa guadagnare prigionieri ma ovviamente non è semplice, un avversario sotto attacco può scappare.
Esistono però degli schemi generici per attaccare che possono portare alla cattura, cercherò di descrivere i principali:

Schemi di cattura

Il doppio atari

Se l’avversario lascia dei punti deboli nei suoi schieramenti è possibile mettere più di una pietra in atari con una sola mossa, è il caso degli schemi in basso a destra dove con C e D il nero mette in atari più di un gruppo di pietre costringendo il bianco a salvarne uno soltanto

La scala – Shichō (シチョウ)

Osserviamo la situazione in alto a destra, fermandoci alla mossa 1. Con la 2 il bianco mette il nero in atari e lo costringe al 3, poi con 4 al 5 e così via fino a portarla sul bordo lasciandola senza libertà e quindi a ucciderla, questa è una scala.

Non è necessario arrivare al bordo, si può anche portare l’avversario a sbattere contro un proprio muro, le pietre sono condannate dalla prima mossa,

quando un giocatore si rende conto di essere vittima di questo schema deve smettere di giocare su quel gruppo, aumenterebbe soltanto le proprie perdite

Per questo è impossibile vedere l’intero schema applicato su una partita di alto livello, appena ci si rende conto della scala si smette di giocare su quelle pedine.

I rompiscala – Shichō-atari (シチョウ当り)

Il concetto alla base della scala è il costringere un gruppo con una sola libertà a muoversi verso il bordo, ma che succede se lungo il percorso il gruppo si fonde a un altro aumentando le proprie libertà? la scala si rompe, e questo non comporta semplicemente il fallimento dell’attacco, questo ribalta la situazione perché le mosse in diagonale che si usano per creare la scala espongono delle vulnerabilità, è il caso dell’esempio in basso a sinistra: le pietre nere raggiungendo la pietra guadagnano una libertà, il bianco perde la situazione di atari e il nero può usare tutti i punti x per fare dei doppi atari.

La rete - Geta (ゲタ)

In realtà la traduzione sarebbe zoccolo, ma non importa.
negli schemi in alto a sinistra con le pietre A e B l’attaccante circonda completamente il gruppo avversario non lasciandogli via d’uscita, questo schema si chiama Geta che è il nome dei sandali di legno giapponesi, il nesso con il Go mi è però ignoto…

Snapback - Utte-gaeshi ( 打って返し)

E’ uno schema molto comune negli tsumego, l’attaccante mette una propria pietra in atari perché la cattura di quella pietra gli permette una cattura maggiore, lo schema al centro ne è un esempio.

…ma ricordatevi di non perdere la visione globale della partita

Lo scopo del go non è l’uccisione dell’avversario, è la creazione e il consolidamento del proprio territorio. Se si gioca solo con lo scopo di uccidere si finisce per perdere, inoltre è molto importante non fare mosse inutili, e uccidere fisicamente un gruppo già morto è sprecare una mossa, sacrificare il sente per una piccola cattura è sprecare una mossa, lasciare varchi nei propri schieramenti per una piccola cattura è sprecare una mossa.
( e dicendo questo mi sento un po’ presuntuoso… visto che sono errori che a volte faccio)

EDIT 30/11/10:

Ho trovato una partita dove “Many Faces of Go” ( che gioca come un sedicente 15k) mi permette di fare una scala, e anche bella lunga e devastante per lui.

Questa voce è stata pubblicata in Go e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a 9 Go, tecniche di cattura

  1. Erkte scrive:

    Ottimo post. Qualche giorno fa ho iniziato a leggere “Lessons in the Fundamentals of Go” di Kageyama e il primo capitolo parla proprio di scale e reti, aggiungo quindi solo qualche piccolo commento, visto che la sostanza del discorso l’hai già esposta a dovere.

    Riguardo alle scale, esistono almeno tre partite di professionisti in cui sono state giocate delle scale: una la trovi a questo link, le altre due si trovano alle pagine 20 e 21 del sopraccitato libro di Kageyama, di cui una mostra addirittura una doppia scala, cioè due scale in cui a scappare è il bianco in una e il nero nell’altra e non solo! sono anche dirette l’una verso l’altra :)

    Guardando il tuo schema in alto, secondo Kageyama si può vedere il geta con le pietre bianche che formano lo zoccolo di legno, la pietra nera è l’alluce del piede e la pietra B il filo che tiene il geta attaccato al piede. Ma ci vuole molta fantasia. Per gli anglofoni suggerisce anche il falso etimo “get her”, cioè “prendila!” :)

    L’uttegaeshi mi riesce ancora molto difficile da leggere, però quando riesce dà soddisfazione. (Proposta: perché non tradurlo con “contraccolpo” o “contropresa”?)

    OT: da dove prendi la traslitterazione in kana e kanji? Geta e shichō sono parole giapponesi, dovrebbero essere scritte in kanji o al più con l’hiragana…

    • Ronak scrive:

      Strannic1982:degas93 сказал(а):Narod hochu vseh rasstroit!V nase vrema igr tolko po onnlie platil za korobocku plati i za faily mnogie igry isportilis,takei ak eta-otsuststvujut lambo,pravdo po drugoj pricine,tagze po nezivestnim pricinam iz versiji xbox virezlai ferrari 458 italia i ese bolsinstvo amsyn pridetsa skacivat eto zutko voobse,pomnu kak kupil forza 3 radi ZR 1 a on tmalocked неверно, большинству ни чего скачивать и покупать не придется почему? ответ FORZA 3 к ней давно вышел DLS где есть все покупные тачки из виртуал магаза в лейве как это через флешку закидывается в бокс думаю и так ясно и здесь будет тоже самое тока надо подождать

    • Ravi scrive:

      Фока:degas93 сказал(а):Narod hochu vseh rasstroit!V nase vrema igr tolko po onlnie platil za korobocku plati i za faily mnogie igry isportilis,takei ak eta-otsuststvujut lambo,pravdo po drugoj pricine,tagze po nezivestnim pricinam iz versiji xbox virezlai ferrari 458 italia i ese bolsinstvo amsyn pridetsa skacivat eto zutko voobse,pomnu kak kupil forza 3 radi ZR 1 a on tmalocked Действительно нет. Уверен платные DLC не за горами.)

    • Dhaval scrive:

      I played a litlte with some programming languages before (mostly PHP and JavaScript, but just a litlte) and, recently, I became interested in learning a bit more about programming and chose AS3.Lots of people told me about AS3 and I’ve had my eyes on things like FlashPunk and Flixel before, so I thought I’d give it a try.Since I don’t have Flash Pro (my trial has expired and no money to buy it =/), just mixed a few tutorials I’ve found on the web (for textField, drawRect, movieClips and etc.) with this tutorial to build the example on Flashdevelop and the result was great!I thought it was fairly easy to build functions and make a (very) simple title screen and a game over screen.Great Tutorial! Hope I can finish at least one original game soon. =PThanks from Brazil! =P

  2. admin scrive:

    >>Ottimo post. Qualche giorno fa ho iniziato a leggere “Lessons in the Fundamentals of Go” di Kageyama e il primo capitolo parla proprio di scale e reti, aggiungo quindi solo qualche piccolo commento, visto che la sostanza del discorso l’hai già esposta a dovere.

    Grazie :) , avrei voluto interpolare le immagini al testo, ma la mia piattaforma di hosting mi da problemi con un plugin per interpolare sgf e avrei dovuto creare le singole immagini…

    >> Guardando il tuo schema in alto, secondo Kageyama si può vedere il geta con le pietre bianche che formano lo zoccolo di legno, la pietra nera è l’alluce del piede e la pietra B il filo che tiene il geta attaccato al piede. Ma ci vuole molta fantasia.

    E’ ancora più fantasiosa dello tsumego del coniglio! bah

    >>Proposta: perché non tradurlo con “contraccolpo” o “contropresa”?

    mmm, io proporrei “rovesciamento della cattura” ispirandomi a
    questa

    >> da dove prendi la traslitterazione in kana e kanji?

    da qui e considerato che sono assolutamente ignorante di giapponese se scrivo qualche stupidaggine fammelo notare

    • Erkte scrive:

      Il parallelo con le arti marziali è interessante (anche se non c’ho capito niente!), rimango però della mia opinione: “rovesciamento della cattura” rende bene l’idea, ma è troppo lungo. Forse “controcattura” è meglio.

      Il secondo link non funziona. Comunque no, non è sbagliato, il katakana (le “lettere” squadrate) si usa con le parole straniere non cinesi (per quelle ci sono i kanji); oppure un po’ come il nostro corsivo o le virgolette. Evidentemente qui viene usato in questa accezione.
      Ora noto anche che il secondo kanji di uttegaeshi sembra in cinese semplificato, ma forse è un problema del mio browser…

  3. admin scrive:

    Corretto il link.
    Io i caratteri asiatici li vedo bene con Mozilla e Chrome, male con Opera e con Internet Exploder non ho provato.

    Il parallelo con le arti marziali sarebbe molto interessante, è uno dei motivi per cui sto cercando di rintracciare un certo Giuseppe Tutone che aveva cercato di fondare un club di Go a palermo e aveva pubblicato un testo chiamato “Lo judo della mente” intorno al 1990 ( è accennato nel sito della figg, non ho altre notizie)

    comunque non cercare un parallelo tra quella tecnica e il go xD mi è solo venuta in mente per omofonia… sai che significa il suffisso “utte” ?

  4. Erkte scrive:

    “Utte” come in “uttegaeshi”? Viene dal verbo “utsu”, colpire.
    Nel glossario di SL il kanji di “kaesu” (>kaeshi, gaeshi) lo vedo giusto, mah…

  5. Post davvero sensazionale, Congratulazioni!

  6. หนังxxx scrive:

    Very descriрtіνе
    ƅlοց, Ι ᥱnjօүеɗ thɑt bit.
    Ԝiⅼl tɦeге
    bᥱ а ρaгt 2?

Replica al commento si Erkte Cancella la replica

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>