Il torneo Meijin

Il torneo Meijin è uno dei tornei di Go più prestigiosi del Giappone. Deve il suo nome al titolo che veniva dato al più forte giocatore di Go del regno nel periodo Edo.

Il torneo è aperto alle due più grandi associazioni di Go del Giappone (Nihon Ki-inKansai Ki-in)

Lo sfidante al titolo viene selezionato in una serie di 7 incontri tra 9 partecipanti con 8 ore di tempo totali per giocatore, I giocatori sono ordinati in base ai loro risultato nel anno precedente, i tre ultimi classificati nell’anno precedente vengono rimpiazzati con i vincitori delle tre eliminatorie che si disputano prima del torneo.

Il Komi è fissato a 6.5 e il limite di tempo è di 8 ore in ogni match del torneo e 3 ore in ogni match delle eliminatorie (con un Byo-yomi da un minuto per mossa)

Il torneo è sponsorizzato dal giornale Asahi e ha un premio di ¥36’000’000 (315’789€) per il vincitore e di ¥10’400’000 (91’228€) per lo sfidante.

Il torneo di quest’anno ha visto la conferma del campione dell’anno precedente Iyama Yuta che ha battuto di 4 punti lo sfidante Takao Shinji.

Ecco la partita finale:

Get Adobe Flash player

Shinji si arrende dopo 265 mosse.

Il file con la partita è scaricabile da qui per visualizzarlo consiglio Multigo o qGo entrambi gratuiti ( quest’ultimo disponile anche per linux e mac)

Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Il torneo Meijin

  1. Yin&Yang scrive:

    Molto interessante. Ora me la ricostruisco sul goban la partita :)

  2. Erkte scrive:

    Secondo wikipedia il termine deriva da un’esclamazione di apprezzamento che Oda Nobunaga indirizzò a Honinbo Sansa durante una delle sue partite: Meijin!, cioè “uomo brillante”. Tra l’altro “Honinbo” è un altro titolo/torneo che prende il nome dalla scuola di go di Sansa.
    Da quanto apprendo leggendo “Go – A Complete Introduction to the Game” di Cho Chikun, pare che i cinesi abbiano copiato almeno due tornei dai giapponesi, almeno nelle denominazioni: Mingren (da Meijin) e Tianyuan (da Tengen).

    È sempre istruttivo vedere le partite dei professionisti, anche senza comprendere tutte le mosse, come minimo se ne acquisisce il “senso estetico”.

  3. Lombroso scrive:

    Bel post, se ci fosse anche un commento tecnico alla partita sarebbe perfetto ma immagino tu ci stia lavorando per il futuro. Continua così!

  4. admin scrive:

    beh…il fatto è che non sono ancora a livello di poter commentare una partita tra due 9 Dan :s

    grazie a tutti e due per l’incoraggiamento :)

Replica al commento si admin Cancella la replica

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>